Natale 1969: John Lennon e Yoko Ono lanciano, nelle principali capitali mondiali, la campagna “WAR IS OVER!”, per manifestare contro la guerra in Vietnam e per la pace nel mondo. Primo maggio 2019: due professionisti napoletani, Andrea e Dario Raguzzino, dopo cinquanta anni rendono omaggio al genio dei due artisti e provano a rilanciare ed attualizzare il loro messaggio mediante la campagna “IL MONDO E’ GUARITO! SE TU LO VUOI”, tappezzando di poster 6×3 la città di Napoli.

Cosa intendete trasmettere con questa campagna?
“Il nostro obiettivo è lanciare un messaggio di speranza, avvertendo però che la realizzazione di questa speranza può derivare solo da un impegno concreto di tutti noi. Sappiamo quanto possa sembrare naif sostenere che, per rendere migliori le cose, basti volerlo; ma noi siamo convinti che la vera volontà, la volontà capace di sostenere un impegno forte, costante e quotidiano, sia davvero tutto quello che serve, e che l’atteggiamento di chi si sottrae a questo impegno sulla base del fatto che esso, da solo, non possa bastare, semplicemente nasconde dietro un presunto “realismo” la banale mancanza di volontà di mettere a posto le cose. Il nostro messaggio vuole essere semplice, ma crediamo non sia semplicistico: il mondo è qui, meraviglioso come sempre, e se ci appare malato è solo perché non abbiamo sufficiente volontà per guarirlo”.

1 maggio 2019, due professionisti napoletani tappezzano la città di manifesti: "Il mondo è guarito, se tu lo vuoi"

Quali sono le fonti di ispirazione di questa campagna?
“Dal punto di vista grafico e di concezione generale, ovviamente l’ispirazione viene dalla campagna “WAR IS OVER! IF YOU WANT IT” che John Lennon e Yoko Ono lanciarono nel 1969 mediante affissioni nelle principali capitali mondiali. Lo slogan, invece, è ispirato dalla canzone di Michael Jackson “Heal The World”, “Guarisci il Mondo”; parafrasando le parole del grande cantautore americano: se davvero ci interessano le persone che abbiano intorno e quelle che vivranno dopo di noi, dobbiamo prenderci cura del Mondo e renderlo un posto migliore per noi e per lor”o.

E’ una operazione politica?
“Certamente sì! L’azione per la salvaguardia del mondo che ci circonda non può che essere un’azione politica. Ed è questa una delle ragioni per cui abbiamo deciso di lanciare la campagna in sei lingue dell’Unione Europea (italiano, inglese, greco, spagnolo, tedesco e francese): a maggio si voterà per rinnovare il Parlamento Europeo, e noi ci auguriamo che i cittadini di tutta Europa, nell’esprimere il loro voto, tengano conto dei programmi per la salvaguardia del pianeta dei diversi candidati e che poi, ad elezioni avvenute, sollecitino i loro rappresentanti nelle istituzioni europee a trasformare gli impegni elettorali in azioni concrete”.

E qual è l’altra ragione per cui la campagna è in diverse lingue?
“Napoli è ormai una città internazionale, sia per i turisti che la visitano che per i cittadini che la abitano. Abbiamo quindi pensato che anche il nostro messaggio dovesse parlare più lingue”.

Quali sviluppi prevedete per questa campagna?
“Per ora abbiamo “invaso” Napoli, perché siamo convinti che, se è vero che occorre occorre pensare globalmente, è altrettanto vero che si debba agire localmente; in prospettiva, contiamo, nel corso dell’anno, di riuscire a promuovere campagne analoghe nelle maggiori città italiane e, perché no?, europee. Naturalmente, per portare avanti una campagna del genere e farla espandere, occorre l’aiuto di chiunque sia disposto a fornircelo; chi volesse contattarci per dare una mano, o anche solo per chiedere informazioni, potrà farlo all’indirizzo e.mail: curailmondo@raguzzino.it.

 
Andrea Raguzzino, napoletano, classe 1975, avvocato. Esperto della normativa inerente la tutela dell’ambiente, promuove e pratica la mobilità sostenibile utilizzando quotidianamente la bicicletta come mezzo di locomozione.
 
Dario Raguzzino, napoletano, classe 1973, architetto. Esperto in bioarchitettura ed edilizia ecocompatibile, ha fondato ed amministra la pagina Facebook “Architetti napoletani per il risparmio energetico e le energie rinnovabili”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml