Uno tra 250 milioni: Edoardo Badolato torna a casa con 67mila dollari in tasca e una vittoria targata Italia alla finalissima dei mondiali di Fortnite. Il suo team Llama Record si è piazzato al sesto posto, guadagnando 250mila dollari da suddividere tra colleghi.

in riproduzione….

Il successo non è casuale. Il 24enne di Martinengo (provincia di Bergamo), nome d’arte “Carnifex”, è un professionista a tutto tondo. Del videogame fantasy di sopravvivenza ha fatto un mestiere e all’indomani della gara vinta nel tempio del tennis, l’Artur Ashe Stadium di New York, dimostra di tenere ancora i piedi ben saldi a terra: “Dal 2016 sono professionista e ho uno stipendio”. Compreso il mental coach che lo “aiuta a mantenere la concentrazione”.

rep

Altro che gioco, la sfida a livello globale ha visto sfidarsi milioni di gamer – un centinaio nella finalissima – pronti a spartirsi un montepremi da 30 milioni di dollari, uno dei più alti nel giro degli eSports. Tre sono andati a Kyle “Bugha” Giersdorf, il 16enne che si è aggiudicato il primo posto in solitaria (categoria “Solo”) dopo 6 match fino all’ultimo sopravvissuto e 59 punti, distanziandosi di ben 26 punti dal secondo in classifica, il giocatore ”Psalm”. Tra i migliori a sfidarsi anche “Nyhrox” e “Aqua” che hanno conquistato l’oro nella competizione “Duo”, aggiudicandosi l’altro premio da 3 milioni di dollari.

rep

Fortnite è arrivato per tutti nel 2017, quando Badolato – già campione di Overwatch – aveva deciso da un anno di mollare un lavoro come tutti gli altri. Poi, il salto per dedicarsi a “Salva il mondo” e “Battaglia reale”. Nei due territori virtuali del videogame Epic Games con cifre da capogiro Badolato si è giocato tutto partecipando a tre mondiali tra Australia, Francia, Stati Uniti e Spagna.

Un successo che in tanti giocatori sognano dagli 8 anni in su. E forse è proprio questo a precoccupare di più i genitori: il tempo speso ogni giorno a giocare, spesso ore e ore in una stanza chiusa, fino a sperare di diventare campioni mollando tutto o magari non iniziando proprio niente.

LEGGI  Il bottino di Ninja, campione di Fortnite: “10 mln di dollari all’anno”

Tra i più giovani che hanno partecipato alla Fortnite World Cup 2019 c’era anche il 13enne argentino Thiago Lapp, detto “k1ng”: è arrivato quinto nel torneo in solitaria e si è portato a casa 900mila dollari, eliminando tutti gli altri.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml