ANCHE Porto Cervo fa i conti con la plastica. E la fa diventare moneta di scambio. Ad avviare il baratto tra gli scaffali è l’Exchange Miniwiz alla Promenade du Port dove bottiglie, buste, piatti, bicchieri, coppette e cucchiaini da gelato in plastica, purché riciclabile, si possono offrire in cambio di sedie, occhiali, cappelli. Ogni oggetto ha un prezzo in punti. I soldi non servono: con la plastica si accumulano punti e si fa shopping.

Il negozio etico, nato dall’idea di un ingegnere di Taipei, vende solo merce rispettosa dell’ambiente, secondo il motto “from trash to gold”, (tradotto, “la spazzatura vale oro”). Con la tecnologia che si mette al servizio della lotta all’inquinamento da rifiuti plastici e chimici. La parola chiave è Exchange. “Scambia l’impatto del tuo inquinamento con soluzioni e prodotti che tu sia orgoglioso di condividere, e ‘scambia’ i tuoi disattenti consumi monouso con nuovi elementi costruttivi durevoli per la tua casa e città”, spiegano i promotori dell’iniziativa.

Non solo: si può partecipare ai workshop per assistere in pochi minuti all’intero processo di riutilizzo di questi materiali. Proprio come avviene in un panificio tradizionale con acqua, sale e farina. Il riciclo creativo si svolge al Miniwiz Trashlab martedì, mercoledì, sabato e domenica alle 19. Con gli ingegneri pronti a condividere l’esperienza e a illustrare progetti e materiali sviluppati negli ultimi 15 anni. Un percorso pratico dove si imparerà l’intero processo: separazione, lavaggio, asciugatura, triturazione, fusione e formazione del prodotto finito.

Miniwiz è un’azienda che dal 2005 si occupa di realizzare soluzioni innovative legate all’economia circolare. Il punto Exchange è inserito nella Promenade du Port, centro creativo e artistico con 60 realtà tra ristoranti, bar, gallerie d’arte e design, concept store, boutique artigianali e alcuni dei più influenti marchi di moda internazionali.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml