Una persona è morta e due sono in stato di shock in seguito allo scoppio di una bombola d’ossigeno all’interno dell’azienda di gas medicinali Sapio Life della zona industriale di Agrigento in territorio di Aragona-Favara. L’incidente è accaduto intorno all’una e trenta, durante le operazioni di lavoro di sostituzione di una bombola.

Per cause ancora in corso di accertamento è avvenuta l’esplosione che avrebbe causato un forte boato, dilaniando il corpo di un giovane operaio di ventotto anni, Massimo Aliseo, nato a Canicattì ma residente ad Agrigento che si trovava nelle vicinanze.

Sul posto i carabinieri di Aragona e gli uomini della polizia di Agrigento, oltre agli operatori del 118 arrivati dal vicino ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Il ragazzo sarebbe morto sul colpo mentre sostituiva il tappo di una bombola per uso medico, che gli sarebbe scoppiata in viso. 

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml