Ancora una volta Amanda Knox usa i social per tornare a parlare del delitto di Perugia. L’americana, 31 anni, ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto che la ritrae a un “murder mistery party”, una cena con delitto nella quale i commensali devono risolvere un giallo. Sotto la foto in bianco e nero Knox scrive: “Londra Vittoriana: un quadro di inestimabile valore è sparito e il proprietario è stato trovato avvelenato e pugnalato. E ci credereste io, la contessa di Lovelace, sono accusata”.

Nella foto Knox ha al suo fianco il fidanzato Chris Robinson, entrambi sono in costume. Il post ha subito suscitato reazioni contrastanti, visto il chiaro riferimento alla sua vicenda giudiziaria, legata all’omicidio di Meredith Kercher nel 2007 a Perugia, che l’ha vista assolta in Cassazione nel 2015. “Sono stata rilasciata in 4 ore. Meglio che in 4 anni”, conclude Amanda nel post.

Knox è molto attiva su social e ha un blog. In passato aveva usato Internet per proclamare la sua innocenza e nel 2017 aveva scritto un Tweet per festeggiare i suoi sei anni di libertà dall’assoluzione in Corte d’Appello del 2011. Anche in quel caso molti l’avevano criticata sostenendo che Meredith, invece era morta da 11.

Dal suo ritorno negli Stati Uniti dopo la liberazione Amanda Knox non ha mai tenuto un profilo basso e le sue apparizioni televisive e interviste sono sempre state controverse.






SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml