È un’infermiera che lavora nelle corsie del reparto di cardiologia dell’ospedale Brotzu di Cagliari, uno dei più importanti della Sardegna. È lei, Fabiana Muscas (53 anni il prossimo ottobre) la donna che lo scorso venerdì era in compagnia del cantante Marco Carta quando i due sono stati fermati per il furto di sei magliette da 1200 euro alla Rinascente di Milano.

Sarebbe arrivata nella penisola con un volo diretto, una volta finito il suo turno. Con il cantante 32enne la donna condivide l’origine isolana, del sud Sardegna, come tradisce il suo cognome. Nessun profilo social per lei, le uniche tracce sul web riguardano il suo lavoro. Relatrice per alcuni convegni scientifici, referente per alcuni corsi di aggiornamento di settore sui “percorsi diagnostici e terapeutico-assistenziali” per pazienti cardiopatici rivolti agli infermieri. Ma soprattutto il lavoro sul campo, in ospedale. Una carriera interna dopo un periodo di precariato e il diploma, chi la conosce la descrive come una professionista di carattere, attiva anche nel sindacato.

La forte passione per il cantante riguarda la sua vita privata e non è un segreto, sarebbe riuscita a instaurare con lui un’amicizia dopo la vittoria a Sanremo. Ed è lei – bionda – ad apparire di sfuggita nei video al tribunale di Milano, poi riconosciuta dai colleghi sardi. Tra i documenti recenti – fine maggio – che la riguardano anche una procedura di mobilità nazionale tra aziende ed enti sanitari per collaboratori professionali: il suo nome è nell’elenco dell’Azienda ospedaliero universitaria Sant’Andrea di Roma.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop