Analisi facili ad amici e parenti, indagate 2.300 persone a Genova


Almeno 600 dipendenti dell’ospedale San Martino accusati di aver evitato il ticket, e di aver aiutato i familiari ad ottenere prestazioni gratis senza averne diritto

La procura di Genova ha indagato 2.300 persone nell’ambito dell’inchiesta sulle analisi di laboratorio fatte a amici e parenti senza pagare il ticket all’ospedale San Martino. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del Nas, tra il 2015 e il 2016, almeno 600 dipendenti avrebbero evitato di pagare il ticket per le analisi di laboratorio e lo stesso hanno fatto in modo che avvenisse per persone a loro vicine. Le accuse, a vario titolo, sono falso, truffa ai danni dello Stato e accesso abusivo al sistema informatico. Il sistema scoperto dai Nas consisteva nel far risultare il paziente ricoverato. L’indagine è partita da alcuni esposti presentati in procura tre anni fa.

28 febbraio 2019 – Aggiornato alle



SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml