ANCONA. Avvicinavano ragazzi in evidente stato di difficoltà sociale e li truffavano facendo loro accendere finanziamenti per acquistare beni di lusso. Sostituzione di persona, truffa aggravata e circonvenzione di persona incapace continuata ed aggravata. I poliziotti della Squadra Mobile, coordinati dalla Procura della Repubblica di Ancona, sono risaliti ad una coppia di giovani anconetani, che era solita avvicinare ragazzi con problemi di inserimento sociale e, riuscendo a carpirne la fiducia, li convincevano ad accendere finanziamenti per acquistare beni costosi. I beni poi venivano  rivenduti dalla coppia. I due sono stati arrestati.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml