Il gip del Tribunale di Firenze, Angela Fantechi, ha confermato la misura degli arresti domiciliari per Tiziano Renzi e la moglie, Laura Bovoli. I genitori dell’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi, sono ai domiciliari dal 18 febbraio nell’ambito di un’inchiesta della procura di Firenze sul fallimento di alcune cooperative che li vede indagati per bancarotta fraudolenta e false fatturazioni insieme ad altre 13 persone. Il gip, dunque, non ha accolto la richiesta di revoca presentata lunedì scorso dall’avvocato Federico Bagattini, difensore della coppia, durante l’interrogatorio di garanzia.

in riproduzione….

Lo scorso 26 febbraio il pm Luca Turco, titolare dell’inchiesta, aveva chiesto la conferma della misura. Durante l’interrogatorio di garanzia, il 25 febbraio, i Renzi davanti alla giudice avevano respinto le accuse dichiarando di non essere amministratori di fatto delle tre cooperative Delivery Service, Europe Service e Marmodiv finite al centro dell’inchiesta. E avevano annunciato di non aver più nessuna carica nella Eventi6, l’azienda di famiglia. Laura Bovoli si è dimessa dalla presidenza del cda il 20 febbraio scorso, mentre Tiziano Renzi a fine dicembre si era già cancellato dall’albo degli agenti di commercio: “Siamo due pensionati”, avevano detto durante l’interrogatorio.

in riproduzione….

Ieri la giudice del tribunale di Cuneo, Emanuela Dufour, ha rinviato a giudizio Laura Bovoli. La mamma dell’ex premier dovrà rispondere di concorso in bancarotta documentale per i rapporti che la società Eventi 6 di Rignano sull’Arno, di cui all’epoca (2012) era amministratrice, intratteneva con la Direkta srl, società fallita nel 2014.

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml