Un grande museo diffuso, tra gallerie, sedi espositive, ex officine e ospedali. Torino torna nel ponte lungo di Ognissanti a essere capitale dell’arte contemporanea con sei fiere e appuntamenti in tutta la città. L’evento più atteso è la 25esima edizione di “Artissima”, fino a domenica all’Oval del Lingotto, grande vetrina tanto per gli artisti emergenti che per i più affermati. Il fil rouge di quest’anno è “Time is on our side-Il tempo è dalla nostra parte”, tra flusso del cambiamento e immortalità delle opere.

Tra queste ultime c’è anche, solo per oggi, l’ “untitled” di Thomas De Falco, artista franco-italiano poco più che trentenne: una modella completamente nuda è ancorata alla parete, i capelli come rami. Per otto ore, a intervalli, emette suoni che paiono lamenti, poi indossa un vestito da sposa e gira per l’Oval. “L’uomo non esiste senza la donna. Volevo che la donna fosse dominante”, spiega l’autore. Performance replicabile ovunque, la sua, al prezzo di 6400 euro.

in riproduzione….

In uno spazio di 20mila metri quadrati presentano i loro lavori quasi 200 gallerie e 60 espositori provenienti da 35 Paesi. “E’ il centro dell’arte contemporanea, sperimentale, aperta ai giovani talenti e alle diverse tipologie di lavoro che entrano in sinergia per mostrare cosa sarà l’arte del futuro”. Lo afferma Ilaria Bonacossa, direttrice della kermesse, presentando alla stampa l’evento. Tante le novità dell’edizione che per la prima volta presenta una sezione dedicata alla musica, in collaborazione con le Ogr, le Officine grandi riparazioni; otto le sezioni e tanti progetti speciali: come Artissima Experimental Academy, Artissima Junior e Carol Rama-100 anni di seduzione in occasione del centenario dalla nascita dell’artista.

Artissima, peraltro, non è sola: è il cuore di Contemporary Art Torino Piemonte, ricchissimo programma di fiere e appuntamenti che si concentrano in questi giorni. Il progetto è ideato dalla Città di Torino con il sostegno della Fondazione Crt per l’Arte in collaborazione con enti e istituzioni del settore.

A celebrare la diversità, dunque, è la nuova edizione di “Paratissima”, nata come evento off e consolidatasi negli anni come vetrina internazionale di nuovi talenti, ospitata nell’ex Caserma La Marmora. Torna anche “The Others” nell’ex Ospedale Maria Adelaide, mentre “Flat – Fiera Libro Arte Torino”, seconda edizione dell’appuntamento dedicato all’editoria d’arte contemporanea, è alla Nuvola Lavazza da venerdì 2 a domenica 4 novembre.

E ancora: al Pala Alpitour-Isozaki c’è “Flashback”, fiera d’arte antica e moderna dal piglio contemporaneo; a Palazzo Saluzzo Paesana la terza edizione di “Dama”, progetto indipendente tra gallerie d’arte emergenti internazionali. Alle Ogr-Officine grandi riparazioni, esempio recuperato di architettura industriale dell’Ottocento, è ospitata fino al 3 febbraio un’installazione “site-specific” del britannico Mike Nelson, che con un’unica opera occupa l’intero Binario 1. Sabato, per la Notte delle Arti Contemporanee, è prevista l’apertura straordinaria di musei, spazi per l’arte e gallerie.

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml