BERGAMO – Dopo due ko di fila, l’Atalanta rialza la testa e batte per 3-1 la Fiorentina (non succedeva dal 2012) rilanciando le proprie ambizioni europee (agganciate in classifica Lazio e Torino a quota 41). Dopo il pirotecnico 3-3 di quattro giorni fa al Franchi per la semifinale di andata di Coppa Italia, nerazzurri e viola danno vita a un altro match appassionante. Muriel segna subito dopo un regalo di de Roon, ma Ilicic e Gomez la ribaltano. Nel secondo tempo il gol di Gosens chiude i conti.

DE ROON FA SEGNARE MURIEL – 3-4-1-2 per Gasperini che in attacco conferma Ilicic e Zapata con Gomez a supporto. de Roon e Freuler in mezzo al campo e Castagne e Gosens esterni In difesa Mancini, Djimsiti e Masiello. Pioli risponde col 3-4-3 con Muriel, Simeone e Chiesa in attacco. Biraghi e Laurini sugli esterni con Edimilson e Veretout a centrocampo. Difesa composta da Ceccherini, Pezzella e Milenkovic. Si comincia e dopo 3′ arriva il primo gol: de Roon regala la palla a Muriel che dal limite entra in area e poi insacca con un diagonale di sinistro. L’Atalanta è scossa e all’11’ i viola potrebbero raddoppiare, ma Gollini salva sul diagonale di Chiesa. Al minuto 13, come su tutti i campi di A, il gioco viene fermato per rendere omaggio ad Astori. E a Bergamo è un omaggio speciale perché Davide era bergamasco oltre che capitano della Fiorentina. Un lungo applauso dello stadio lo ricorda mentre Ilicic si commuove e piange.

REAZIONE ATALANTA, ILICIC E GOMEZ IN GOL – L’Atalanta si scuote e assedia la porta di Lafont che deve dire di no prima a Ilicic e poi a Gomez. Al 25′ invece respinge su una conclusione di Zapata, innescato dallo sloveno. Un minuto dopo il numero 72 nerazzurro ci prova al volo ma Lafont ancora una volta c’è. Il gol dell’1-1 arriva al 27′ quando viene battuta velocemente una punizione, palla a Ilicic che entra in area e conclude e una deviazione di Milenkovic spiazza Lafont. Al 31′ si rivede la Fiorentina: Simeone dal fondo sinistro rimette palla in area, arriva tutto solo Laurini che tira ma Gollini si supera ancora una volta. Al 34′ gol capolavoro di Gomez che parte dalla sua metà campo liberandosi di due uomini con una magia, quindi accelera verso la porta ospite, Zapata gli porta via un uomo, Pezzella scivola e il Papu dal limite insacca con un preciso destro. Nel finale del primo tempo ci provano anche Mancini e Djimsiti sugli sviluppi di due angoli, ma Lafont respinge sul primo e l’albanese manda di testa sul fondo.

GOSENS FIRMA IL TRIS – Poco dopo l’inizio della ripresa, Masiello alza bandiera bianca per un infortunio: entra Palomino. Al minuto 57 altra chance per i padroni di casa con una bella punizione di Ilicic che Lafont sventa in angolo. Si batte il corner e Djimsiti devia di testa di poco sul fondo. Al minuto 59 l’Atalanta fa tris: cross basso di Gomez dalla sinistra ma non ci arriva Zapata, il pallone sfila e Ilicic lo tiene in campo per poi smarcare di tacco Castagne che crossa e Gosens di testa insacca. E’ il gol che piega definitivamente i viola anche se Chiesa, poco dopo, prova a riaprirla con un favoloso destro che si stampa sulla traversa. Nel finale del match, Ilicic nel ruolo di centravanti (Zapata fuori per Pasalic) smarca in area prima Gomez e poi Freuler, ma entrambi concludono clamorosamente sul fondo a tu per tu con Lafont.

Atalanta-Fiorentina 3-1 (2-1)
Atalanta (3-4-1-2): Gollini, Mancini, Djimsiti, Masiello (4′ st Palomino), Castagne, de Roon, Freuler (43′ st Hateboer), Gosens, Gomez, Ilicic, Zapata (28′ st Pasalic) (1 Berisha, 31 Rossi, 41 Ibañez, 7 Reca, 22 Pessina, 44 Kulusevski, 99 Barrow). All.: Gasperini
Fiorentina (3-4-3): Lafont, Milenkovic, Pezzella (20′ st Vitor Hugo), Ceccherini (40′ st Pjaca), Laurini (20′ st Dabo 6), Edimilson, Veretout, Biragh, Chiesa, Simeone, Muriel (23 Terracciano, 33 Brancolini, 16 Hancko, 6 Norgaard, 8 Gerson, 24 Benassi, 11 Mirallas, 41 Graiciar). All.: Pioli
Arbitro: Guida di Torre Annunziata
Reti: nel pt 3′ Muriel, 28′ Ilicic, 34′ Gomez; nel st 15′ st Gosens
Angoli: 8 a 5 per l’Atalanta
Recupero: 2′ e 3′
Ammoniti: Ceccherini, Masiello, Freuler, de Roon, Veretout e Palomino per gioco falloso
Spettatori: 18.796 di cui 3.122 paganti (incasso 53.886 euro) e 15.674 abbonati (quota partita 199.992,79 euro).


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml