BERGAMO –  L’Atalanta ha trovato il difensore d’esperienza a livello internazionale per completare il reparto. È ormai a un passo infatti, con definizione tra venerdì e sabato, l’ufficialità di Martin Skrtel, ex nazionale slovacco, classe 1984, svincolato dai turchi del Fenerbahce dopo tre stagioni. Il suo procuratore Karol Csonto ha già incontrato a Zingonia l’ad Luca Percassi e il responsabile dell’area tecnica Giovanni Sartori: sarebbe stato decisivo l’assenso della moglie Barbara, con la quale Skrtel ha un figlio piccolo, Matteo.

Per Skrtel 4 stagioni allo Zenit e 9 al Liverpool

Nato ad Handlová il 15 dicembre 1984, Skrtel, cresciuto nel Trencin, dal 2004 in avanti ha all’attivo 4 anni in Russia allo Zenit, dove ha vinto il campionato nel 2007, e poi 9 stagioni al Liverpool (Coppa di Lega 2011/12). Da professionista nei club conta complessivamente 533 partite (28 reti), delle quali 16 in Coppa Uefa, 32 in Europa League e 20 in Champions League. Con la Nazionale slovacca, della quale è stato capitano per sei anni fino al 2018, ha segnato 8 gol in 106 partite, partecipando ai Mondiali in Sudafrica del 2010, agli Europei francesi del 2016 e alla prima edizione (nel girone) della Nations League.

Percassi: “Abbonamenti? Rispetto mai mancato”

Il presidente Antonio Percassi, dopo le critiche e le contestazioni per il rialzo dei prezzi della nuova campagna abbonamenti dell’Atalanta, prende posizione firmando una nota sul sito ufficiale del club e annunciando sconti per gli Under 18, equiparati agli Under 14, e per donne e Over 65, del 30 per cento rispetto alle tariffe annunciate giovedì pomeriggio. “Mi aspettavo delle critiche per gli aumenti, nonostante fino ad oggi avessimo praticato una politica di prezzi molto bassi. Non condivido invece la posizione di chi parla di ‘mancanza di rispetto'”, le parole del numero uno della società orobica con riferimento allo striscione apparso sulla recinzione del cantiere della Curva Nord del Gewiss Stadium, che recitava “Passano gli anni, cambiano i tempi, ma che errore sbagliare sugli abbonamenti Rispetto per chi c’era, per chi c’è e per chi ci sarà”. Il vertice societario non ci sta e ribatte: “Se c’è un valore che ha sempre contraddistinto la mia presidenza è proprio il rispetto. Di questa squadra, di questi colori, della nostra storia, di tutti noi tifosi e della nostra città”. Quindi la difesa delle scelte sui tesseramenti: “I prezzi sono giusti e coerenti con il livello conquistato dall’Atalanta in questi anni – si legge nel comunicato -. Oltre ai risultati, stiamo costruendo qualcosa di unico e fantastico, a partire dal nuovo stadio, che rappresenta un investimento epocale. Nonostante questo, abbiamo confermato la squadra che ci ha portato in Champions rifiutando offerte clamorose sulla maggior parte dei nostri calciatori che una volta non avremmo mai potuto rifiutare”.

Abbonati a 1 euro nelle gare a Parma con Torino e Fiorentina

Percassi giustifica anche l’eliminazione della tariffa Family, che prevedeva sconti significativi per conviventi e figli oltre al capofamiglia ad abbonamento intero: “Il pacchetto Family ha troppo spesso lasciato vuoti tanti posti allo stadio, perciò abbiamo pensato a degli sconti singoli: l’agevolazione per gli Under 14 verrà ampliata a tutti i ragazzi Under 18 (sconto del 50 per cento), per tutte le donne e gli Over 65 l’abbonamento avrà uno sconto del 30 per cento. Per le due gare casalinghe di Parma si applicherà un prezzo di un solo euro per tutti gli abbonati 2018-2019 per analogo settore”. La conclusione è un refrain di uno dei motti della presidenza negli ultimi anni: “Io ho fatto il bravo ora fatelo anche voi. Con affetto, forza Atalanta!”. Subito dopo, l’Atalanta ha ufficializzato la tariffa agevolata a un solo euro per gli abbonati vecchi e nuovi, in occasione delle prime due partite casalinghe della stagione, che si disputeranno nello stadio Ennio Tardini a Parma, per via dei lavori alla curva Nord del Gewiss Stadium di Bergamo. Per Atalanta-Torino (seconda giornata di Serie A), in programma il primo settembre alle 20,45, dunque, prezzo agevolato in prelazione per gli abbonati alla stagione 2018/19, mentre per la sfida contro la Fiorentina (22 settembre, alle 15, salvo anticipi e posticipi) occorre essere abbonati anche alla nuova stagione.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml