BERGAMO – Ancelotti azzecca il cambio giusto e resta in scia della capolista Juventus. Il Napoli sbanca Bergamo grazie a un gol nel finale di Milik, subentrato a Mertens. Una rete che risolve un match complicato, cominciato bene grazie al gol di Fabian Ruiz, ma che l’Atalanta aveva raddrizzato a inizio ripresa con l’ex Zapata. Adesso gli azzurri tornano a -8 dalla capolista bianconera.

SUBITO FABIAN – Ilicic è squalificato e allora Gasperini lo rimpiazza con Gomez dietro le punte, Rigoni e Zapata. In mezzo al campo Freuler e de Roon con Hateboer e Gosens esterni. Manca Toloi in difesa, giocano allora Mancini, Palomino e Masiello. Ancelotti schiera un 4-4-2 con Mertens e Insigne in attacco. Callejon e Ruiz esterni con Allan e Hamsik a centrocampo. Albiol e Koulibaly al centro della difesa con Maksimovic e Mario Rui esterni. Dopo soli due minuti il Napoli sorprende l’Atalanta: difesa altissima dei padroni di casa, palla a Insigne a destra, assist in area, Hateboer in spaccata non riesce e intervenire e Fabian Ruiz calcia di sinistro: palo e gol.

REAZIONE ATALANTA, MA IL NAPOLI DIFENDE BENE – L’Atalanta incassa il colpo e prova a reagire con delle belle azioni che però non portano a nulla. Ci prova più volte Gomez coi tiri da fuori ma sono tutti fuori misura. Il Napoli difende compatto col suo 4-4-2 e riparte in contropiede. Al 20′ Fabian Ruiz potrebbe fare doppietta ma solo davanti al portiere regala palla a Berisha. Tre minuti dopo uscita spericolata del portiere albanese su Insigne che colpisce ma manda la sfera sul fondo. Sul fronte opposto si fa vedere più volte Zapata ma prima Albiol e poi Ospina gli negano la gioia del gol.

PAREGGIA ZAPATA – L’Atalanta parte fortissima nel secondo tempo alla ricerca del pari. Dopo un minuto ottimo assist di Zapata dal fondo, Freuler tira ma Albiol si immola e salva. Dopo il corner, sinistro al volo di Gomez con palla alta. Al minuto 11 il pareggio: cross dalla sinistra di Gosens, c’è un tiro sbilenco raccolto di testa da Hateober che assiste Zapata che da pochi metri la insacca.

DECIDE MILIK – La partita a questo punto si blocca con le squadre che si equivalgono e lottano a centrocampo. Al 20′ sinistro di Hateober che non va a segno, mentre dall’altra parte Berisha esce e ferma Insigne. Alla mezz’ora cross in area e Gomez controlla male in ottima posizione. Al minuto 36 il cambio decisivo quando Ancelotti inserisce Milik al posto di uno spento Mertens. E al 40′ il polacco fa centro: lancio di Mario Rui, Milik controlla al volo col sinistro e sempre col sinistro la gira in rete per un bellissimo gol. Poco dopo Insigne potrebbe fare il 3-1 ma Berisha si oppone alla grande. Nei quattro di recupero il Napoli tiene botta e conquista la posta piena.

Atalanta-Napoli 1-2 (0-1)
Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Mancini (44′ st Tumminello), Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Rigoni (26′ st Valzania); Zapata. In panchina: Gollini, Rossi, Reca, Bettella, Djimsiti, Castagne, Adnan, Pessina, Pasalic, Barrow. Allenatore: Gasperini
Napoli (4-4-2): Ospina; Maksimovic (32′ st Hysaj), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Hamsik (32′ st Zielinski), Allan, Callejon; Mertens (37′ st Milik), Insigne. In panchina: Meret, Karnezis, Malcuit, Luperto, Ghoulam, Diawara, Rog, Younes. Allenatore: Ancelotti
Arbitro: Giacomelli di Trieste
Reti: 2′ pt Fabian Ruiz, 11′ st Zapata, 40′ st Milik
Ammoniti: Masiello; Allan, Mario Rui
Angoli: 12-6
Recupero: 1′, 4′
Spettatori: 19.871 di cui 3.971 paganti (incasso non comunicato) e 15.565 abbonati (quota 194.249,60)


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml