Si è dimesso il presidente della Popolare di Bari Marco Jacobini: l’ex presidente del cda terminava il suo mandato a fine anno. La decisione è arrivata a tre giorni dalla nomina del nuovo cda.

Al suo posto è stato nominato Gianvito Giannelli: è quanto si legge in una nota secondo cui il cda ha nominato Vincenzo De Bustis Figarola quale amministratore delegato. Nella stessa seduta consiliare, Gregorio Monachino, dimessosi dalla carica di direttore generale, è stato nominato per cooptazione quale nuovo membro del consiglio di amministrazione. La Banca ringrazia Marco Jacobini e i “componenti del cda uscente per il lavoro svolto”.

“Certo non resto incollato alla poltrona” aveva detto Jacobini al termine del consiglio di amministrazione che aveva eletto il nuovo cda. Alla guida da sempre dell’istituto di credito barese, lascia oggi la banca in una gravissima crisi economica (il deficit è di 420 milioni) e salvato soltanto da una legge del governo che ha permesso, grazie alla possibilità di spostare alcune poste in bilancio, di evitare il default.

L’Istituto aveva chiuso il bilancio con un rosso importantissimo. Attorno a tutto questo le inchieste della procura (per truffa, false comunicazioni agli organi di vigilanza che vede, a vario titolo, indagati alcuni vertici dell’istituto e lo stesso Jacobini), le ispezioni della Consob e quella di Banca d’Italia ancora in corso.

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop