Alle ore 20 di venerdì la nave del progetto umanitario “Mediterranea”, Mare Jonio – che stava facendo rotta verso l’Italia alla fine della sua prima missione – è stata raggiunta da un Navtext (un sos) emanato dalla Guardia Costiera maltese che parlava di un barcone con 70 persone in avaria nella zona di competenza maltese ma non distante fa Lampedusa. 

La Mare Jonio si è immediatamente diretta verso il punto indicato dal Navtext e nel frattempo ha chiesto informazioni sullo stato delle operazioni, scoprendo che Malta – che aveva in carico il coordinamento- non aveva mezzi da inviare sul posto. 

La Mare Jonio ha così deciso di contattare la Guardia Costiera italiana per chiedere di “intervenire tempestivamente” ottenendo come risposta un generico “se ne occupano i maltesi, quando e se il gommone dovesse entrare in acque di competenza italiana vedremo il da farsi”. 

Alle 23 di venerdi, dunque, a tre ore dall’sos (ancora in corso) la Mare Jonio è l’unico mezzo navale che si sta portando sul luogo indicato in cerca del gommone. Preoccupano anche le condizioni marine, con vento da est e mare forza 4, con onde alte un metro, un metro e venti.




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml