Lo scontro tra un’auto e una moto sulla statale 16, nei pressi dello svincolo vincolo barese per Santo Spirito, lo schianto della moto sul guardrail, le fiamme che avvolgono un corpo incastrato tra le lamiere: è morto così un diciannovenne di Bari, Fabio Serino, mentre l’uomo che era alla guida dell’altro mezzo e’ indagato per omicidio colposo.

L’incidente è accaduto intorno alle 23,30 di venerdì 14 giugno, le cause sono ancora in corso di accertamento, considerato che il fuoco ha distrutto completamente uno dei mezzi coinvolti e che l’autista della vettura è stato ricoverato al Policlinico in stato di shock, per cui non è stato possibile interrogarlo. È stato però sottoposto ai test alcolemici e per la verifica dell’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti e, se i risultati fossero positivi, il reato contestato si trasformerebbe in omicidio stradale e rischierebbe il carcere.

Stando ai primi accertamenti effettuati dai poliziotti della Stradale (coordinati dal comandante Damiano Nappi, che si è recato personalmente sul posto), durante un sorpasso l’auto potrebbe aver stretto la moto di grossa cilindrata guidata dal diciannovenne, che si è schiantata contro il guard rail. Non è ancora chiaro se l’automobilista abbia effettuato una manovra azzardata o se il ragazzo (da poco abilitato alla guida di un motoveicolo di quelle dimensioni ) abbia perso il controllo. Di certo c’è che lo schianto è stato tremendo e che le fiamme sono divampate velocemente dalla moto, avvolgendo il corpo incastrato tra le lamiere. Sara l’autopsia a stabilire se la morte è avvenuta a causa dell’impatto o per le ustioni.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop