Picchiata selvaggiamente dal fidanzato che non si rassegnava alla fine della relazione: è accaduto a una studentessa 23enne del Camerun, Megane Detou, che da qualche anno vive e studia a Bari. E’ stata la stessa ragazza a pubblicare su Instagram la foto del suo volto tumefatto, dopo aver sporto denuncia contro l’ex compagno.

Il suo post è stato rilanciato da diverse associazioni, tra cui “Studenti stranieri università di Bari” e “Le mamme del Mondo”, che hanno effettuato un presidio sotto il Comune di Bari. Stando a quanto raccontato da Afane Dieudonne, rappresentante dell’associazione studenti stranieri, Megan da mesi era ossessionata dall’ex, uno studente universitario 24enne di Bari, che l’avrebbe minacciata e seguita più volte.

Fino all’ultimo appuntamento di mercoledì sera, quando è andato a prenderla alla Casa dello studente e l’ha portata in una zona periferica della città per l’ennesimo chiarimento. Lì, dopo aver capito che erano vani i tentativi di riallacciare la relazione, l’avrebbe picchiata selvaggiamente, sbattendola contro la portiera dell’auto, e poi abbandonata.

La ragazza è poi riuscita a chiedere aiuto e ad andare in ospedale per farsi medicare. Numerose le contusioni riportate sul volto e sul corpo, come mostrano le foto che lei stessa ha pubblicato sui social. Nel post era contenuto anche il nome del suo aggressore, la cui posizione è adesso al vaglio delle forze dell’ordine. Il giovane in passato era stato diffidato ad avvicinarsi all’ex fidanzata.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml