Avvolto dalle fiamme che, con molta probabilità, aveva lui stesso appiccato. È stato trovato morto carbonizzato all’interno di una maglieria della periferia di Barletta un uomo di 52 anni. A fare la  scoperta i vigili del fuoco che hanno lavorato tutta la notte per avere ragione dell’incendio che ha provocato danni ingenti alla struttura.

Nessuna ipotesi viene esclusa, neanche quella del suicidio. Le indagini della polizia si indirizzano anche in questa direzione nell’attesa di visionare dei filmati delle telecamere interne dell’azienda. L’uomo, marito della proprietaria della struttura, si sarebbe introdotto dopo l’orario di chiusura e avrebbe materialmente dato fuoco in una zona dove erano presenti materiali infiammabili.

Sul caso la procura di Trani ha aperto un’inchiesta. Il 52enne era stato recentemente arrestato per maltrattamenti in famiglia.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml