BOLOGNA – Un giocatore di pallacanestro apostrofato con toni razzisti da un arbitro. A denunciarlo è la società Baskers Forlimpopoli (Forlì-Cesena) e l’episodio sarebbe accaduto ieri sera durante la partita di serie D contro la Scuola Basket Ferrara. “Al termine di un’azione, il nostro giocatore, Orobosa Monday, si è avvicinato all’arbitro per chiedere spiegazioni di quanto fischiato, in maniera totalmente inoffensiva gli ha toccato il braccio, e qui il fatto: ‘Metti giù quelle mani di m.., negro”, racconta su Facebook il presidente di Forlimpopoli, Cristopher Gardelli.

Versione riportata, sempre sui social network, già ieri sera da Rodolfo Rombaldoni, ex giocatore della nazionale italiana, oggi proprio a Forlimpopoli: “Metti giù le mani di m***a , n***o, Non avrei mai pensato di assistere a una scena del genere su un campo da basket, tantomeno detta dall’ arbitro. Complimenti!”, il suo post.

Il giocatore, 20 anni, “è un ragazzo di colore, buono come un pezzo di pane – prosegue Gardelli – ufficiale di campo e arbitro nelle categorie giovanili e all’udire quella frase è scoppiato in lacrime andando verso il tavolo dov’era presente l’ufficiale di campo per riportare quanto successo”. Ma la partita è proseguita normalmente: “Nessuno in campo ha voluto credere a quanto successo o forse la responsabilità dell’azione era troppo grande per poter far qualcosa. Crediamo che il responsabile arbitri al tavolo dovesse far qualcosa, non restare con le mani incrociate attonito”, scrive ancora Gardelli, spiegando che non è stato reso possibile alla società di aggiungere alcuna nota nel referto della partita.

Il presidente regionale della Fip Emilia-Romagna Stefano Tedeschi ha deciso di aprire un’indagine “per fare luce su quello che è realmente accaduto sul campo”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml