Un grosso incendio boschivo si è sviluppato nel pomeriggio tra Taibon Agordino e Cencenighe,  in provincia di Belluno. Le fiamme nella valle di San Lucano potrebbero essere state causate dalla caduta di un albero sui fili dell’alta tensione. Il forte vento ha portato la nube di fumo fino a Belluno e non ha consentito l’uso dell’elicottero per le operazioni di spegnimento. Due ragazzi sono bloccati dalle fiamme a circa 1.650 metri di quota nel Canale della Besausega, i soccorritori che non possono intervenire con i mezzi aerei, si sono messi in contatto telefonico con i giovani e li hanno guidati in una zona rocciosa lontana dalle fiamme.

Belluno, vasto incendio nell'Agordino: bloccati due ragazzi. Il sindaco: "Chiudetevi in casa"

Il sindaco ha lanciato un appello agli abitanti di Taibon Agordino a restare chiusi in casa. In una riunione in Prefettura si sta valutando l’eventuale evacuazione di alcune case, visto che le fiamme solo alimentate dal forte vento. “Sul posto – fa presente l’assessore regionale alla protezione civile, Gianpaolo Bottacin – sono presenti e operativi a terra i nostri servizi forestali e la protezione civile. E’ stata inoltre richiesta l’attivazione per domani di due aerei antincendio Canadair del Dipartimento nazionale della protezione civile. La situazione è costantemente monitorata”.

Belluno, vasto incendio nell'Agordino: bloccati due ragazzi. Il sindaco: "Chiudetevi in casa"

L’incendio ha anche causato un’interruzione di energia elettrica della durata di alcuni minuti. La caduta di erogazione ha interessato anche lo stabilimento Luxottica, colosso dell’occhialeria con sede proprio ad Agordo, che però non ha registrato interferenze sulla produzione, visto che sono entrati in funzione i generatori autonomi.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml