BOLOGNA –“Sono sereno, non mi sento in scadenza, con la dirigenza ci parliamo e i rapporti sono ottimi, di quel che si legge non m’interessa, m’interessa quel che mi si dice negli occhi. Se le cose non stanno andando come pensavamo le colpe sono di tutti, mie per primo, ma resto convinto di salvare il Bologna”. È un Filippo Inzaghi che ostenta tranquillità e sicurezza, nel futuro suo e dei rossoblù. Salvi a maggio con lui in panchina, predice, anche se la situazione è traballante e domani alle 18 a Napoli l’attende una sfida proibitiva, pur coi partenopei privi di Koulibaly, Hamsik e Insigne, mai tutti e tre assenti contemporaneamente da aprile 2015.
 

“Non partiamo sconfitti, dobbiamo prendere spunto da Spal e Chievo che al San Paolo han fatto gare propositive, son convinto che possiamo fare una grande gara e speriamo sia quella della svolta”, continua Inzaghi. Da un lato c’è l’ottimismo suo, dall’altro una squadra che non vince da tre mesi e che resta vicina alla zona salvezza perché nello stesso periodo le principali concorrenti, Spal e Udinese, di successi ne han trovato uno a testa. Qualche errore nella costruzione e nella conduzione della squadra ci sarà stato, ma “facile parlare dopo, non cedo nel tranello di cercare un capro espiatorio, tutti dobbiamo dare di più, io, giocatori e società – prosegue – ma la squadra ci crede, sta dando il massimo, il presidente ha spiegato le intenzioni sul mercato, la società vuole salvarsi a tutti i costi, io ci metterò tutto me stesso”.

Sul versante formazione, ha recuperato dalla febbre Falcinelli, han riposato Nagy e Krejci, Santander ha evidenziato un calo di condizione “ma è dura tenerlo fuori”, mentre Palacio potrebbe tornare nonostante la diffida, “giocheranno i migliori”. Poi un pensiero ai fatti extrasportivi di San Siro, “parlare di un morto per una partita non si può sentire, e i buu razzisti non possono esistere ancora”, e al suo incrocio con Ancellotti, assieme al quale da giocatore ha passato dieci anni e vinto due Champions. “Ogni volta che lo vedo è un’emozione enorme, avremo per sempre un rapporto incredibile, ma per una volta, con tutti i piaceri che gli ho fatto, spero di dargli un dispiacere”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml