BOLOGNA – Quanti incroci pericolosi tra Bologna e Chievo! Quante partite cruciali, quanti crocevia! In C, match di cartello, vinse il Chievo di un giovane allenatore con un grande avvenire davanti: Malesani. I Mussi a fine anno salirono di categoria. In B, domenica cruciale per un Bologna che cercava la promozione matematica in A. Segnò Bresciani e fu promozione. In A, un “biscotto” dolcissimo per i felsinei in casa scaligera, 0 a 0 senza farsi male. Salvezza rossoblù. A Bologna, lo scorso anno, successo veneto decisivo per la salvezza. Stavolta ancora il Bologna obbligato a vincere contro una rivale in disarmo in classifica ma piena di orgoglio. Vince il Bologna 3-0, alla fine, ma con la solita dose di sofferenza.

Primo tempo che parte subito in modo scoppiettante. Se il piano del Bologna è risaputo, serve solo vincere, quello del Chievo si scopre subito. Di Carlo si affida alla linea verde, quella che gioca senza troppi pensieri. E dice chiaramente che il Bologna è pericoloso se parte in campo aperto. Così il piano dei Mussi che volano è quello di aspettare e ripartire. L’avvio però è di marca felsinea, come è giusto che sia, le motivazioni, sapete. Dopo 11′ Orsolini va in gol, invenzione di Dzemaili per il taglio di Orsolini che si allunga troppo la palla ma fa in tempo a toccarla, arriva Sansone e colpisce la traversa, tap in ancora di Orsolini, gol che è il video assistant replay Mariani ad annullare. Posizione irregolare dell’ex ascolano sul passaggio vincente di Dzemaili. Orsolini prova a rifarsi ma sbaglia un rigore in movimento. Palacio lo libera con un tocco delizioso, posizione centrale, appena entro l’area, solissimo, tiro sopra la traversa.

Il Chievo per mezz’ora si difende. Ci sono due falli piuttosto punitivi di Leris, il secondo, dopo un’ammonizione, è un’entrata a forbice su Dijks, Pairetto non cede alla richiesta di uno stadio da ventimila persone che grida al doppio giallo. Il Bologna ha speso molto, il Chievo esce nella parte finale del tempo, ha giovani di qualità, presenta per la prima volta dal 1′ quel Vignato che molti indicano come un predestinato; Stepinski chiama in causa Skorupski, nell’unica conclusione degna di nota dei gialloblù. Prima del riposo, Palacio, che poco prima era arrivato a tu per tu con Sorrentino ma, spinto, aveva tirato addosso al portierone ospite, rilancia la sua sfida, si accentra da sinistra e scarica un bolide. Vince ancora Sorrentino.

Ripresa. Il Bologna insiste, il Chievo dei teen agers sembra un po’ sulle gambe, e si rinchiude. Non soffre molto, negli ultimi metri, ma rischia perché cresce il numero degli ammoniti: Alla fine ne registrerà ben sei con doppia ammonizione ed espulsione per Bani. Preme il Bologna, ma corre pure un brivido, quando un rimpallo libera proprio Bani davanti a Skorupski. Il piede non è quello preferito, il tiro è sul portiere polacco. Scampato il pericolo, il Bologna passa. Soriano, non brillantissimo stasera, riceve in area e prova a scardinare un raddoppio di marcatura passando in mezzo. Andreolli lo tocca, il trequartista cade, Pairetto non ha dubbi. Rigore. Pulgar è gelido, Sorrentino tocca ma è 1 a 0. Pochi istanti e Sansone entra in area sul fronte opposto, rallenta, Rigoni lo tampona, forse sì, forse no: Pairetto è certo. Altro rigore. Pulgar stavolta spiazza Sorrentino. Due a zero.

Prova a reagire la squadra di Di Carlo, ma è il Bologna che, a nervi distesi trova fluidità. In sei minuti, Bani incappa in due falli da ammonizione e finisce lì la sua partita. Il Bologna ora può orchestrare il gioco con lunghi giri palla, Di Carlo schiera anche Giaccherini dopo Pucciarelli, ma il morale è sotto terra. Sorrentino continua invece il suo show. Capitola a un minuto dalla fine del tempo regolamentare quando Mitchell Dijks uno dei più trasformati dall’era Mihajlovic. Tra i migliori in campo, l’olandese. Tre a zero. Bologna avanti l’Empoli di due punti.

Bologna-Chievo 3-0
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco (85′ Gonzalez), Dijks (90′ Calabresi); Dzemaili (92′ Poli), Pulgar; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio. All.: Mihajlovic.
Chievo (4-3-3): Sorrentino; Depaoli (75′ Pucciarelli), Bani, Andreolli, Barba; Kiyne (69′ Giaccherini), Dioussè N.Rigoni; Leris, Stepinski, Vignato (80′ Cesar).  All.: Di Carlo.
Arbitro: Pairetto di Nichelino.
Reti: 65 e 68′ Pulgar su rigore; 89′ Dijks.
Note: Espulso: Bani per doppia ammonizione. Ammoniti: Andreolli, Leris, Lyanco, Depaoli, Rigoni, Dioussè per gioco scorretto; Stepinski per simulazione. Angoli: 6-3 per il Bologna. Recupero: 2′ e 3′. Spettatori: 19mila circa
         
 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml