BOLOGNA – Due tir in fiamme, un morto e tangenziale i tilt intorno a Bologna. Tre mezzi pesanti (uno è una bisarca, che ha cercato di schivare gli altri due) sono stati coinvolti nell’incidente. Lo scontro è avvenuto all’altezza del chilometro 4,2 della carreggiata sud verso la A14 vicino al luogo dove un anno fa esplose un camion. Due degli auto-articolati ha preso fuoco e l’incendio è stato domato poco dopo le 16, nel giro di un’ora. Purtroppo il conducente del mezzo che ha tamponato è deceduto, carbonizzato all’interno della sua cabina di guida.

L’autista del camion tamponato è stato trasportato in codice 2 all’Ospedale Maggiore per una sospetta frattura della spalla e contusioni agli arti superiori.

Sul Raccordo di Casalecchio è stato temporaneamente chiuso il tratto tra Casalecchio ed il bivio con la A14 in entrambe le direzioni .

Nell’incidente, avvenuto poco prima delle 15, due dei tre mezzi pesanti hanno preso fuoco. Per l’incendio si è resa necessaria, oltre alla chiusura dell’opposta carreggiata, anche quella del tratto della tangenziale di Bologna tra gli svincoli di Borgo Panigale e lo svincolo del Ramo Verde in direzione sud. Intorno alle 16.40 è stata riaperta una carreggiata della tangenziale e dopo mezz’ora anche quella interessata dall’incidente. L’autostrada rimane chiusa.

in riproduzione….

Molti commercianti e residenti della zona di Borgo Panigale sono usciti in strada, dopo l’incidente nel quale hanno preso fuoco due camion. Hanno, anche se gli effetti dei due incidenti sono diversi, rivissuto l’incubo dello scorso 6 agosto quando un’autocisterna che tamponò un altro camion provocò una violenta esplosione che fece crollare il ponte.

“É stata una brutta sensazione – hanno detto Pietro Maresca e Marta Fiorentino, titolari della autoconcessionaria che si trova proprio sotto il ponte e che fu pesantemente danneggiata un anno fa – ci ha fatto rievocare brutti ricordi e pensieri. Stavamo lavorando, è arrivata la ragazza piangendo, dopo l’esplosione siamo corsi tutti dietro per la paura.Danni nel quartiere non ce ne sono stati, ma non possiamo vivere sempre con l’incubo sopra la testa, siamo terrorizzati. Ed è il 30 luglio, a quasi un anno dall’incidente”.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Vigili del Fuoco, le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi sanitari e meccanici, oltre al personale della Direzione di Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia.

in riproduzione….

Chi proviene da Firenze ed è diretto vero Ancona (A14 sud) e Padova (A13 nord) può percorrere la A1 fino alla stazione di Valsamoggia e quindi alla rotonda rientrare in A1, per poi seguire Bologna poi Ancona o Padova.

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop