Non arriveranno neanche nel 2019 i risarcimenti previdenziali invocati da anni dai parenti delle vittime di strage. “Anche per la legge di bilancio 2019 non vi è traccia dell’emendamento richiesto dai familiari delle vittime del terrorismo per completare e rendere finalmente attuabile nella sua integrità la legge del 2004, sulle norme a favore delle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice”. Ne prendono atto con rammarico Paolo Bolognesi, dell’Unione delle vittime delle stragi, e Roberto Della Rocca dell’associazione delle vittime del terrorismo.

In una nota congiunta evidenziano come “il Governo non ha recepito l’emendamento presentato dal senatore Daniele Manca che, in Commissione Bilancio del Senato, era stato sottoscritto da tutti i componenti”. Per Bolognesi e Della Rocca si tratta di “un’occasione persa”. E ancor di più di “un’occasione che poteva essere indicativa di un vero cambiamento”. I due rappresentati dei familiari delle vittime di stragi e terrorismo fanno riferimento esplicito agli impegni assunti in diverse occasione dai rappresentanti del Governo e della maggioranza giallo-verde ricordando che “sono passati 14 anni dall’approvazione della legge 206 e che ad oggi non è ancora completamente funzionante”. Per questo concludono: “le vittime del terrorismo ed i loro familiari constatano con molta delusione che il cambiamento assicurato e sperato non c’è stato”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml