Il “Tamunga” Rocco Morabito è evaso dal carcere “Central” di Montevideo, in Uruguay, assieme ad altri tre detenuti. A darne notizia è il quotidiano “El Observador”. Per Morabito, pezzo da novanta della ‘ndrangheta calabrese condannato in contumacia in Italia a 30 anni di carcere per traffico di droga, si attendeva l’estradizione che un tribunale penale di Appello dell’Uruguay aveva confermato il 29 marzo scorso. Il 53enne sarebbe evaso assieme ad altri tre fuggiaschi (Leonardo Abel Sinopoli Azcoaga, Matias Sebastian Acosta Gonzalez e Bruno Ezequiel Diaz) dalla terrazza del carcere, che si trova nel pieno centro della capitale sudamericana.

È stato il ministero dell’Interno uruguaiano a dae la notizia ai quotidiani. Morabito, 53 anni, era stato arrestato nel 2017 in un hotel della capitale urugaiana dopo 23 anni di latitanza e alla fine dello scorso marzo un tribunale penale d’Appello aveva confermato l’autorizzazione all’estradizione verso l’Italia.

In Uruguay era arrivato nel 2002 ed era conosciuto come imprenditore. Inserito nell’elenco dei ricercati più pericolosi, gestiva il traffico della droga dal Sudamerica a Milano e deve scontare una condanna a 30 anni. In Uruguay viveva in una villa con piscina nella quale erano state sequestrate dodici carte di credito, assegni e denaro in contanti, oltre a 13 telefonini, armi e a una Mercedes.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop