Drasticamente ridotto il numero dei feriti a causa dei botti. Nel capoluogo pugliese si segnalano solo due casi, arrivati al pronto soccorso del Policlinico.Si tratta di giovani. Il primo, come riferiscono dalla Sala rossa, è arrivato in ospedale con ustioni estese al volto ed è stato ricoverato nel reparto di Chirurgia plastica; l’altro  invece, si è ferito alla mano e ha riportato il parziale distacco della falange di un dito. 

Dalla centrale operativa del 118 di Bari, invece, nessuna segnalazione di feriti da botti: “Nulla di particolare, probabilmente è l’effetto della prevenzione”, spiega un’operatrice. E anche dal comando della polizia locale non segnalano incidenti. “È andato tutto bene”, dice il generale Michele Palumbo. 
 

 L’unico incidente registrato sembra essere un incendio ai danni di un’utilitaria, in via Maria Cristina di Savoia, nel rione San Pasquale. Il vano motore dell’auto si è incendiato al passaggio su una batteria di fuochi pirotecnici, ma l’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. E questo nonostante l’ordinanza firmata dal sindaco il 22 dicembre, che ha messo al bando i botti “anche di libera vendita” fino a tutto il primo gennaio.

Due le persone rimaste ferite a Foggia per i botti di fine anno. Si tratta di due giovani che hanno riportato lievi lesioni mentre stavano sparando alcuni giochi pirici. I due sono stati medicati al pronto soccorso riportando ferite giudicate guaribili in cinque e sette giorni. Intenso nella notte, invece, il lavoro delle squadre del Vigili del fuoco del comando provinciale intervenuti, in diverse zone della città, per i bidoni della spazzatura incendiati. Una ventina quelli interessati dalle fiamme


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml