Per mesi le avrebbe riservato le sue attenzioni morbose fino a quando sono scattate le manette. Nei guai per le carezze intime fatte a una bambina di otto anni è finito un maestro in servizio in una scuola della Valsabbia, nel Bresciano. Secondo quanto riporta il Giornale di Brescia la Procura ha contestato all’insegnante, arrestato in flagranza di reato e ora in carcere, continui palpeggiamenti e molestie.

Accuse da cui l’uomo si è difeso, anche se agli atti il racconto della bambina ai genitori non lascerebbe dubbi. Il caso è in mano al sostituto procuratore Maria Cristina Bonomo, che ha firmato l’ordine di custodia. L’uomo, attorno alla quarantina, per ora è detenuto a Canton Mombello.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml