È stato sospeso il medico dell’ospedale Perrino di Brindisi sorpreso in sala operatoria con pezzi di carne di manzo e di pollo suturati. La commissione disciplinare dell’Asl di Brindisi ha adottato il provvedimento di sospensione dal servizio del ginecologo che da anni prestava attività presso il reparto di Ostetricia e Ginecologica dell’ospedale del capoluogo.

Durante un’ispezione della direzione sanitaria effettuata nei giorni scorsi nei vari ambulatori e reparti sono stati trovati nella sala operatoria alcuni pezzi di carne di manzo e di pollo con punti di sutura praticati dal medico. A quanto il professionista utilizzava questi metodi per esercitarsi nelle pratiche chirurgiche, alle quali avrebbero partecipato anche altri operatori sanitari.

Per il taglio e il cucito erano stati utilizzati strumenti in dotazione dell’ospedale. Ma le contestazione della direzione sanitaria sono solo a carico del medico. A questi è stato contestato l’utilizzo improprio della sala operatoria per pratiche non autorizzate. Il direttore dell’ospedale Perrino Antonio la Spada aveva immediatamente segnalato la vicenda alla direzione generale allegando una relazione. Dopo meno di una settimana è giunto il provvedimento di sospensione del professionista.

Sulla vicenda sono intervenuti i carabinieri del Nas di Taranto che hanno avviato degli accertamenti giudiziari. Ora si attende la difesa del medico che dovrà spiegare a cosa servissero quei pezzi di carne in una sala operatoria.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml