CAGLIARI – Seconda sconfitta su due per Giampiero Ventura che, dopo i 5 gol incassati in casa dall’Atalanta in casa, oggi ne prende 2 a Cagliari e sono sufficienti alla squadra di Maran per conquistare il bottino pieno. Segna Pavoletti nel primo tempo, nella ripresa raddoppia Castro, mentre i veneti realizzano con Stepinski ma quando è troppo tardi.

LA APRE PAVOLETTI – Maran schiera un 4-3-1-2 con Castro dietro le punte Joao Pedro e Pavoletti. Barella, Bradaric e Ionita a centrocampo. Srna e Padoin esterni. Ventura schiera un 3-5-2 con Meggiorini e Stepinski in attacco. Depaoli e Jaroszynski esterni con Rigoni, Giaccherini e Radovaovic in mezzo al campo. E’ il Cagliari a fare la partita e dopo 10′ Pavoletti manda sul fondo dopo un errato rinvio di Sorrentino. Il Chievo è tutto chiuso dietro e subisce, mentre i sardi collezionano calci d’angolo. Al quarto d’ora, uno lo batte Joao Pedro e Pavoletti di testa insacca.

CHIEVO SENZA IDEE – Al minuto 21 altro corner, stavolta la palla sfila sul secondo palo ma Srna calcia alto. I veneti fanno girare palla in difesa ma in modo lento, senza idee e senza un concetto di gioco. Il Cagliari ha così vita facile e al 38′ Joao Pedro ha un’altra chance ma manda la palla sul fondo col sinistro. L’unica occasione degli ospiti arriva al 42′ quando Depaoli dal limite conclude col destro mandando di nulla il pallone sul fondo.

PERLA DI CASTRO – Inizia il secondo tempo e finalmente il Chievo dà segnali di vita. Giaccherini infatti impegna Cragno all’8′, mentre un minuto dopo ci prova Meggiorini ma l’estremo difensore rossoblù è attento. Ma quando il Chievo sembra finalmente prendere confidenza col pallone, il Cagliari colpisce ancora al 14′: cross di Padoin dalla sinistra con palla messa fuori e grandissimo destro di Castro da fuori dopo un assist di Pavoletti.

STEPINSKI SEGNA MA E’ TARDI – A questo punto Ventura inserisce Birsa al posto di Meggiorini e la manovra veneta ne trae giovamento. Rigoni ha due palle interessanti ma non le sfrutta, mentre Giaccherini alla mezz’ora calcia alto da ottima posizione in area. Al 33′ sussulto di Joao Pedro da fuori ma pallone out, mentre un minuto dopo il Chievo finalmente realizza: cross dalla destra di Depaoli e colpo di testa vincente di Stepinski, Ventura sembra crederci adesso e inserisce anche Kiyine e Pellissier, ma è tardi. Il Cagliari difende bene e addirittura “rischia” il 3-1 con un colpo di testa nel recupero di Dessena che Sorrentino blocca.

Cagliari-Chievo 2-1 (1-0)
Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Pisacane, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Bradaric (31′ st Cigarini), Barella (40′ st Dessena); Castro; Joao Pedro, Pavoletti (23′ st Cerri). In panchina: Rafael, Aresti, Romagna, Andreolli, Farago’, Sau. Allenatore: Maran
Chievo (3-5-2): Sorrentino; Bani, Cesar, Rossettini; Depaoli, Rigoni, Radovanovic (42′ st Pellissier), Giaccherini, Jaroszynski (36′ st Kiyine); Stepinski, Meggiorini (19′ st Birsa). In panchina: Seculin, Semper, Tanasijevic, Obi, Burruchaga, Leris, Grubac. Allenatore: Ventura
Arbitro: Piccinini di Forlì
Reti: 15′ pt Pavoletti; 14′ st Castro, 34′ st Stepinski
Ammoniti: Giaccherini, Rossettini, Rigoni, Meggiorini, Kiyine, Cerri, Stepinski
Angoli: 8-2 per il Cagliari
Recupero: 1′; 3′.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml