FIRENZE – Recuperato Chiesa, la Fiorentina viaggia a Cagliari con l’obiettivo di iniziare con il piede giusto quello che Stefano Pioli definisce un periodo chiave per le ambizioni viola. “La Fiorentina deve essere pronta: nei prossimi due mesi ci giochiamo tanto” ha detto l’allenatore parlando della trasferta in Sardegna. “Siamo in corsa ancora su tutti i fronti. E’ il momento di stringere i denti: abbiamo spinto tanto in questo periodo, la squadra ha bisogno di rifiatare ma domani dobbiamo mettere in campo una prestazione importante. Poi ci sarà la sosta per recuperare qualche giocatore, c’è qualche situazione individuale da sistemare ma sono due mesi decisivi e cercheremo di dare il massimo per raggiungere i nostri obiettivi, che sono ancora alla portata. Abbiamo le nostre qualità da mettere in campo e poi ci sarà tutto il tempo per pensare al futuro, dobbiamo stare attenti e determinati a far sì che questa stagione possa finire bene”.

Chiesa ci sarà (“sta meglio, ieri si è allenato con la squadra e credo possa essere disponibile per giocare domani”), Lafont è destinato alla panchina, out Edimilson. “Il Cagliari è una squadra difficile da superare, soprattutto in casa”, avverte Pioli. “Hanno costruito in casa tutta la loro classifica, facendo 21 punti sui 27 totali e perdendo solo di misura con Napoli e Atalanta. E’ una squadra che gioca un calcio molto diretto, fisico, dovremo fare attenzione sulle fasce laterali: molte delle loro situazioni offensive nascono da quelle situazioni. E’ una partita complicata ma molto importante”.

Maran: ”Voglio stessa prestazione con Inter”

L’allarme Pavoletti è rientrato. Maran potrà contare sul suo bomber che ha firmato dieci dei 23 gol realizzati dal Cagliari in questo campionato. I sardi vanno a caccia del riscatto dopo la sconfitta di Bologna, soto sei i punti di vantaggio sulla terzultima posizione. ”Sono contento che si giochi subito – ha detto Rolando Maran nella tradizionale conferenza stampa della vigilia – vogliamo riscattarci. Siamo riusciti spesso a far valere il fattore campo, speriamo accada anche domani”.
Qualche cambiamento in vista rispetto alla formazione vista al Dall’Ara: potrebbe giocare dal primo minuto Cacciatore sulla fascia, forse al posto di Pellegrini. Nessun dubbio in regia: gioca Cigarini, Bradaric è squalificato. La Fiorentina però non è certo il miglior avversario per cercare subito il riscatto. “È una squadra forte, ben organizzata. Soprattutto davanti ha un potenziale enorme. Come sempre, però, dobbiamo concentrarci su noi stessi”. Magari “ricopiando” la gara con l’Inter. “Ogni gara fa storia a sè – ha chiuso Maran – ma l’atteggiamento contro i nerazzurri voglio rivederlo domani”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml