CAGLIARI – Il Cagliari è ormai virtualmente salvo avendo raggiunto la fatidica quota 40 punti. Ma l’allenatore dei sardi, Rolando Maran, ci tiene a precisare che la salvezza non è ancora matematica perché vuole che il suo Cagliari, a +11 dalla terz’ultima, tenga alta la concentrazione nella sfida di domani dell’Olimpico contro la Roma.

Maran: “Dobbiamo correre ancora”

“Abbiamo trascorso questa settimana con molto entusiasmo, abbiamo ottenuto una vittoria che ci ha fatto raggiungere i 40 punti, un traguardo che inseguivamo da tempo – spiega Maran tornando un attimo sul successo casalingo contro il Frosinone -. Dobbiamo correre ancora perché vogliamo arrivare più in fretta possibile alla salvezza matematica. Dopo avremo certamente ancora entusiasmo per consolidare il piazzamento: c’è la voglia di fornire altre buone prove e fare felici i nostri tifosi”. All’Olimpico un bel palcoscenico per cercare l’impresa contro una Roma che ha bisogno di punti per continuare a inseguire la qualificazione alla Champions League. “Ci attende una partita non semplice. La Roma è in lotta per l’obiettivo Champions, copre bene il campo e tiene il baricentro alto in modo da togliere il pallino agli avversari. Noi però siamo in grado di rendere la vita difficile a qualunque squadra: dovremo sfoderare questo tipo di prestazione se vogliamo riuscire a portare a casa un risultato positivo”, spiega Maran che torna anche sull’emozionante match d’andata. “Ci ha lasciato un insegnamento prezioso: le partite non sono mai finite, anche quando sembra che non ci sia più niente da fare. L’imponderabile è sempre dietro l’angolo. Quella sera siamo stati bravi a cogliere l’attimo e riacciuffare con grande merito una partita strana”.

“Chi gioca dà il suo contributo”

Maran per la sfida dell’Olimpico riabbraccia mezza squadra, i laterali difensivi Cacciatore e Pellegrini (sino allo scorso gennaio in giallorosso), il centrale Pisacane e soprattutto Barella. Deve rinunciare a Faragò, titolare nelle ultime uscite. Ma il tecnico ha a disposizione quasi tutta la rosa. “In questo momento tutti riescono a dare un grande contributo. Ne abbiamo avuto una dimostrazione domenica scorsa, mancavano tanti giocatori ma chi è andato in campo non ha fatto rimpiangere gli assenti. Di questo i ragazzi sono pienamente consapevoli, tutto passa per le loro prestazioni”, conclude il tecnico rossoblù.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml