ROMA – “Il Pink Bari ha una dirigenza ottima e competente, ma alcune loro giocatrici non hanno capito che il calcio femminile sta crescendo in tutto e devono cambiare atteggiamento. Sentire le bestemmie in campo è stato uno spettacolo indecoroso”. Lo ha raccontato Carolina Morace ai microfoni di Sky Sport commentando quanto è successo ieri nella partita che il suo Milan ha vinto per 8-0 contro la squadra del capoluogo pugliese.

“Purtroppo ieri il Bari non è venuto a giocare – ha spiegato Morace -, troppi falli e troppi insulti verso le mie ragazze. Tutte cose che non fanno bene allo sport, al nostro calcio femminile. Dato che le mie ragazze non avevano altre armi, hanno cercato di fare più gol possibili, con la mia approvazione ovviamente. Il risultato finale è stato il nostro modo di rispondere ai loro calci, insulti e bestemmie e le mie ragazze sono state bravissime. Soprattutto Giacinti, non tanto per i 4 gol fatti, ma per non aver mai reagito. Ha preso calci per tutta la gara, anche a palla lontana, mentre la Moreno ha preso anche un pugno. Cose che non fanno bene al nostro sport”.

“Sono contentissima di essere al Milan – ha aggiunto l’allenatrice delle rossonere -. Credo che il calcio femminile debba portare avanti la missione del bel gioco, oltre che la vittoria. Se il mio Milan gioca bene, io sto bene così. Poi ora in società c’è Gazidis che è un amante del calcio femminile, quindi sto bene dove sono”.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml