“Piuttosto che pensare di costituirsi parte civile sul caso Cucchi, a questo punto sarebbe stato forse più utile per la dignità dell’Arma dare le dimissioni, senza tanti equivoci e come segnale di discontinuità”. Lo dice Sergio De Caprio, conosciuto come il ‘Capitano Ultimo’ ed attuale presidente del Sim (Sindacato Italiano Militare) Carabinieri, riferendosi al Comandante Generale dell’Arma, gen. Giovanni Nistri.

“Il sindacato dei Carabinieri del Capitano Ultimo è con la famiglia Cucchi e con tutte le vittime di violenza”. dice il colonnello Sergio De Caprio. “Siamo da sempre accanto alle vittime e per le vittime contro ogni abuso. Da Carabinieri ci sentiamo parte lesa dall’assenza e dall’incapacità del vertice dell’Arma che per dieci anni ha ignorato e negato l’esistenza stessa del ‘caso Cucchi'”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml