ROMA. “Il Cdr e tutti i giornalisti di Repubblica sono al fianco della collega Floriana Bulfon, vittima di intimidazioni per il suo lavoro d’inchiesta sulla mafia romana. Il Cdr chiede all’autorità giudiziaria di individuare i responsabili e continuerà a vigilare affinché il diritto di cronaca venga tutelato e protetto in tutte le sedi”.

Nell’auto della giornalista dell’Espresso e Repubblica Floriana Bulfon, in passato minacciata da alcuni componenti della famiglia Casamonica, ieri sera era stata trovata una bottiglia in plastica con del liquido sospetto. Sul posto si è recata la polizia con la scientifica per i rilievi.

La cronista era tornata da poche ore a Roma. La sua auto era rimasta per giorni parcheggiata vicino casa. La bottiglia con il liquido era stata lasciata sul sedile del passeggero dell’utilitaria della giornalista, avvolta da un panno a scacchi.

“Un atto gravissimo che condanno con forza – ha twittato Virginia Raggi – alla giornalista che in passato è stata minacciata dai Casamonica va tutta la solidarietà mia e di Roma”.

La Fnsi e l’Associazione stampa del Friuli Venezia Giulia esprimono vicinanza e solidarietà a Bulfon: “La temono perché è una cronista coraggiosa e rigorosa, che con il suo lavoro contrasta mafie e criminalità. Siamo sicuri che non si lascerà intimidire da questo vile gesto e che continuerà con la determinazione di sempre a ‘illuminare’ i covi del malaffare e le vicende di chi vorrebbe calasse il silenzio sui propri loschi traffici”, affermano Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi, e Carlo Muscatello, presidente dell’Assostampa FVG.

Solidarietà anche dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Il segretario Guido D’Ubaldo ha affermato: “Il nostro presidente Carlo Verna è stato tra i più tempestivi a stigmatizzare l’episodio e a esprimere solidarietà a Floriana in un intervento su Radio Rai appena appresa la notizia. Il Consiglio nazionale dell’Ordine è pronto a tutelare la Bulfon in tutte le sedi, costituendosi parte civile, come è stato fatto per gli altri colleghi minacciati dalle mafie”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml