I carabinieri del Comando provinciale di Chieti stanno eseguendo dall’alba nelle province di Chieti, Isernia e Foggia un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Lanciano, su richiesta della procura della città frentana. Le indagini, che sono scattate a gennaio scorso in seguito a un furto commesso a Lanciano e che si sono avvalse di intercettazioni telefoniche, hanno permesso di sgominare una banda dedita a furti in scuole, dove venivano rubati i pc, nelle abitazioni e di auto. Auto che, dopo la modifica del numero di telaio, venivano rivendute. I colpi venivano messi a segno in varie zone del versante Adriatico. Le persone arrestate sono di Castiglione Messer Marino, Ortona e Agnone. Venti sono complessivamente gli indagate, 11 i decreti di perquisizione: le accuse sono a vario titolo di furto aggravato e ricettazione.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml