VERONA – “Sono contento di essere tornato a casa, io credo nella salvezza”. Mimmo Di Carlo prova a ridare subito una ventata d’entusiasmo a un Chievo amareggiato dalle dimissioni di Ventura. “Ho a disposizione una squadra granitica che se la può giocare tranquillamente con tutti”, dice malgrado il calendario gli ponga subito una montagna dura da scalare dopo la sosta per le nazionali, il Napoli da affrontare al San Paolo. “Sono convinto che questo gruppo abbia i valori per potersela giocare con chiunque, quindi anche con il Napoli. Dobbiamo ritrovare serenità ed entusiasmo, la situazione è difficile, non si può nasconderlo. Bisogna lottare e lotteremo”.

NON MOLLERÒ UN CENTIMETRO, POSSIAMO SALVARCI – Di Carlo, alla terza avventura sulla panchina clivense dopo quella dal 2008 al 2010 e quella del 2011/12, rivela: “Quando mi ha chiamato il presidente dentro di me si è acceso tutto quello che si doveva accendere. Questa è casa mia, qui ho trascorso anni bellissimi. Credo nella salvezza e ringrazio per l’opportunità che mi è stata data di tornare in Serie A. Dico solo che siamo a novembre, il campionato è ancora molto lungo, il tempo per rimediare c’è. Ora come ora non dobbiamo guardare la classifica, quella non ci deve interessare. Bisogna recuperare anche un po’ di positività se pensiamo alla classifica non la possiamo trovare di certo. Voglio dire ai tifosi e molti già mi conoscono per questo, che come allenatore non mollo di centimetro e di questo devono essere sicuri”.

CAMPEDELLI: VENTURA? OGNUNO È RESPONSABILE DELLE PROPRIE SCELTE – Accanto a lui c’è il presidente Luca Campedelli che lo abbraccia (“Sono contento del suo ritorno a casa”) e glissa sul divorzio con l’ex ct della nazionali: “Le voci mi entrano da un orecchio, che è grande, e mi escono dall’altro, che è pure grande. Non voglio commentare. Ognuno è responsabile delle proprie scelte”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml