Il tribunale di Roma ha dato torto all’ex viceministro Olivero, che aveva querelato per diffamazione il giurista che per primo aveva sostenuto l’illegittimità della norma. Le aziende che non stampano sulle confezioni il luogo di produzione non possono essere sanzionate


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml