MILANO – Antonio Conte promuove l’Inter dopo la tournee asiatica. I nerazzurri hanno chiuso la serie di amichevoli superando il Psg ai rigori e questa mattina hanno fatto rientro in Italia. “Abbiamo lavorato bene, stiamo crescendo. Sono contento di essere tornato in Italia, assolutamente”, le parole di Conte che nella prossima settimana ritroverà Lautaro Martinez, al rientro dalle vacanze dopo la coppa America. Il tecnico aspetta buone notizie da Marotta e Ausilio sulle trattative per Dzeko e Lukaku. Intanto Conte ha concesso alla squadra tre giorni di riposo. L’Inter tornerà ad allenarsi mercoledì ad Appiano Gentile, domenica prossima a Londra test contro il Tottenham.

Antonello: ”Si vede l’impronta di Conte”

“Si è visto fin dall’inizio quanto l’impronta di Conte abbia già inciso nel lavoro e nell’approccio dei ragazzi. La strada è lunga ma ci sono ancora molti margini di miglioramento” ha detto l’amministratore delegato nerazzurro Alessandro Antonello. “È stata una tournée molto impegnativa ma positiva anche per creare spirito di gruppo – ha proseguito -. C’è stato un lavoro intenso per la squadra ma anche per noi che abbiamo lavorato con gli sponsor. Il messaggio di Zhang? Ci ha chiesto di continuare sulla strada che abbiamo intrapreso, con determinazione, voglia e passione, tenendo presenti gli obiettivi. Stadio? Non ci sono novità, aspettiamo le analisi del Comune in questi 90 giorni e vedremo le decisioni”.

Se salta Lukaku ipotesi Cavani

Una fotografia pubblicata dall’Inter su Instagram fa sognare i tifosi nerazzurri: il neo acquisto Godin che in campo a Macao scherza con il connazionale Edinson Cavani. Se Romelu Lukaku dovesse scegliere altre destinazioni (la Juve, in un possibile scambio con Paulo Dybala) l’Inter potrebbe infatti tentare di portare a Milano il Matador uruguayano, per cui il Psg chiede 50 milioni. Ma la prima scelta – in sostituzione o in aggiunta al gigante belga dello United – per Conte resta Edin Dzeko, per cui la Roma chiede 20 milioni.

Politano in uscita

Quanto al mercato degli attaccanti in uscita – aspettando di capire se e dove sarebbe disposto a trasferirsi Mauro Icardi – qualcosa si muove anche per Matteo Politano. Poco adatto agli schemi di gioco di Conte, l’esterno destro d’attacco in Italia piace alla Sampdoria, alla Roma, all’Atalanta e alla Fiorentina. Con i blucerchiati di Eusebio Di Francesco i contatti sono avviati. L’Inter, che lo ha da poco riscattato dal Sassuolo per 20 milioni, per liberarlo chiede almeno altrettanto. La Samp sarebbe pronta a pagarlo 15 milioni, con la formula del prestito con riscatto. Resta da sciogliere il nodo dell’ingaggio: a Milano Politano guadagna circa 2 milioni netti l’anno, troppo per i liguri (e forse anche per le altre contendenti).

Nainggolan vuole tornare a Cagliari

Passando agli altri reparti del campo, dopo il trasferimento in Cina dello stopper Miranda potrebbe partire dall’Inter anche Radja Nainggolan, definito “fuori dal progetto” dall’ad nerazzurro Beppe Marotta, al pari di Icardi. Il centrocampista belga piace al Galatasaray, ma per lui una meta gradita sarebbe Cagliari, dove ha già giocato e dove vive la moglie. Nel caso di un ritorno in Sardegna del Ninja, la formula sarebbe quella del prestito gratuito, con il club rossoblu che coprirebbe per intero l’ingaggio del giocatore di 4,5 milioni a stagione.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml