ROMA – La Fiorentina soffre, ma passa il turno, mentre è il Brescia la vittima illustre del terzo turno di Coppa Italia. Al Franchi il Monza di Berlusconi, costruito per dominare il campionato di serie C, mostra le sue qualità e spaventa i viola di Montella, costretti a inseguire dopo il vantaggio firmato al 34′ da Brighenti, tutto solo in mezzo all’area sul cross dalla destra di Lepore. La Fiorentina prova a reagire, ma si vede annullare per fuorigioco un gol a Boateng. I gigliati non sfondano e Montella decide di affidarsi ai giovani, mandando in campo nel finale Montiel e Vlahovic. E proprio i neo entrati sono gli artefici dell’uno-due che ribalta la partita. All’80’ e all’85’ lo spagnolo ispira e il serbo finalizza, siglando la doppietta personale. A mettere in cassaforte il passaggio del turno ci pensa Chiesa all’89’, con Vlahovic che questa volta veste i panni dell’uomo assist. Nel giorno dell’annuncio di Mario Balotelli, invece, il Brescia esce di scena al Curi, battuto 2-1 ai supplementari, dai padroni di casa del Perugia. Donnarumma porta avanti le rondinelle sul finire del primo tempo, ma al 92′ Melchiorri pareggia. Gli umbri, però, firmano il gol qualificazione con Buonaiuto nell’extra time.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml