BENEVENTO –  Il Benevento ritorna alla “Scala” del calcio. La squadra della strega stacca il pass per gli ottavi di finale di Coppa Italia, dove troverà l’Inter di Luciano Spalletti, superando di misura il Cittadella grazie ad un lampo vincente di Bandinelli (32′ st), giunto al termine di una gara sostanzialmente equilibrata.

CITTADELLA PARTE MEGLIO E SFIORA IL VANTAGGIO – Bucchi deve ancora fare i conti con un’infermeria super affollata e schiera una formazione rimaneggiata. All’ultimo il tecnico dei giallorossi deve rinunciare anche a Di Chiara e getta nella mischia dal primo minuto il giovane della Primavera Cuccurullo. Dall’altra parte anche Venturato dà spazio alle seconde linee che ben figurano dimostrando qualità e quantità. I primi lampi del match sono di marca ospite. Settembrini ci prova dal limite, Montipò blocca senza problemi. Il Cittadella parte bene e continua a creare pericoli: palla di Finotto per Scappini al centro, il tap in dell’attaccante sfiora di poco la porta. Il Benevento si sveglia alla mezz’ora con un’insidiosa conclusione di Ricci, ma Maniero respinge. Nel finale della prima frazione i sanniti sfiorano il vantaggio: Buonaiuto per il colpo di testa di Coda, pallone di poco fuori.

BANDINELLI ENTRA E RISOLVE IL MATCH – All’alba della ripresa il Benevento divora un gol già fatto con Ricci, che a tu per tu con Maniero si fa ipnotizzare dal portiere ospite. Al’68 Il Cittadella trova la via della rete con Scappini, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Bucchi inserisce Bandinelli e Asencio ed è la chiave vincente del match. Al 77′, infatti, il Benevento spezza il filo dell’equilibro. L’ex Sassuolo ruba palla a centrocampo, scambia con Asencio e nel cuore dell’area veneta trafigge Maniero. Nel finale la squadra di Bucchi gestisce bene il vantaggio e alla fine può festeggiare con i propri tifosi il passaggio del turno.

VENTURATO: “CI MANCA RIGORE ED ESPULSIONE TELLO” – “I numeri ci confortano per quanto fatto in quattro anni in cui sto allenando, dal punto di vista di quanto esprimiamo e dei risultati c’è da fare un grande applauso a tutti e fare i complimenti ad una società organizzata che vuole ambire a fare qualcosa di importante”. Così, ai microfoni di Raisport, il tecnico del Cittadella, Roberto Venturato, dopo la sconfitta nel quarto turno di Coppa Italia. “Spiace per il risultato – spiega l’allenatore dei veneti – Abbiamo giocato un buonissimo primo tempo, meritavamo di andare in vantaggio: non c’è stato dato un rigore e c’era l’espulsione di Tello per una gomitata a Maniero, ma vogliamo guardare al campo ed essere attenti e bravi a vincere facendo più degli altri. L’equilibrio oggi è stato rotto da una situazione che ci ha penalizzato e ci stavano i supplementari, ora c’è da andare avanti e pensare al campionato, dove ci attende una sfida delicata con la Cremonese”.
 
BENEVENTO-CITTADELLA 1-0 (0-0)
BENEVENTO (3-5-2): Montipo’ 6.5; Volta 6, Antei 6.5, Sparandeo 6; Gyamfi 6.5, Tello 6, Nocerino 6 (17′ st Volpicelli 6) Buonaiuto 6, Cuccurullo 6 (12′ st Bandinelli 7.5); Ricci 6, Coda 6 (26′ st Asencio 6.5). (Puggioni, Gori, Billong, Maggio, Volpicelli, Filogamo). All.: Bucchi.
CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero I 6; Cancellotti 5.5, Camigliano 6, Frare 6 (13′ st Bussaglia 5), Ghiringhelli 6 (11′ st Della Bernardina 5.5); Maniero II 6, Pasa 6, Settembrini 6; Siega 5.5; Scappini 6.5 (27′ st Malcore sv), Finotto 6. (Paleari, Iori, Schenetti, Strizzolo, Panico, Branca). All.: Venturato.
ARBITRO: Dionisi
RETE: 32′ st Bandinelli.
AMMONITI: Volpicelli, Antei e Pasa.
ANGOLI: 5-3.
RECUPERO: pt 0′; st 4′
SPETTATORI: circa 6000.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml