ROMA – Nessuna squalifica di impianti o curve ma soltanto robuste ammende per Juventus, Roma e Udinese. Le tre tifoserie avevano intonato cori contro la città di Napoli (e Firenze nel caso dei bianconeri di Torino) nell’ultimo turno di campionato e la sanzione più dura arriva nei confronti dei campioni d’Italia, puniti con un’ammenda di 15.000 euro e con la diffida “per avere i suoi sostenitori, al 36′ del primo tempo, intonato un coro insultante di matrice territoriale nei confronti della tifoseria di altra squadra”. Si sono invece unite nei cori contro Napoli le tifoserie di Udinese e Roma, come si legge nel comunicato del Giudice Sportivo (ammenda di 10.000 euro per entrambe): “alla società Roma per avere i suoi sostenitori, al 6° del primo tempo, intonato un coro insultante di matrice territoriale nei confronti della tifoseria di altra squadra; alle società Udinese per essersi uniti i propri sostenitori al coro insultante di matrice territoriale nei confronti della tifoseria di altra squadra intonato dalla tifoseria avversaria”.

DUE TURNI A ILICIC – Per quanto riguarda i calciatori, due turni di stop ai danni di Josip Ilicic: lo sloveno dell’Atalanta è stato espulso contro l’Empoli per aver rivolto espressioni e gesti offensivi all’arbitro. Ilicic è l’unico giocatore punito, mentre tra gli allenatori è Ivan Juric a pagare con un turno di stop l’espulsione nel derby contro la Sampdoria. Soltanto ammenda di 5.000 euro e diffida per Simone Inzaghi, allontanato dall’arbitro di Lazio-Milan per aver abbandonato l’area tecnica.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml