Per mesi ha reso un inferno il reparto Infettivi dell’Ospedale maggiore di Cremona, dove era stato ricoverato, minacciando anche di morte il primario Angelo Pan e le dottoresse dell’équipe, inseguendole, urlando parolacce, sputando, palpeggiandole e baciandole con la forza. Nel reparto medici e infermieri sono stati costretti a barricarsi negli uffici, a chiudersi a chiave, a lavorare con ansia. E’ stata una escalation al punto che si era  pensato di spostare altrove il reparto. Lo stalker e molestatore, che dallo scorso aprile ha seminato terrore sia durante il suo lungo ricovero agli Infettivi sia dopo, con incursioni anche negli ambulatori, è stato arrestato dalla polizia.

Gli agenti lo hanno rintracciato vicino a casa in sella alla sua bicicletta, bloccato e ammanettato. Si tratta di Ronni Poli, di 55 anni, molti dei quali passati in carcere per i suoi numerosi precedenti: furti, reati contro le persone e legati alla droga. Già sottoposto all’obbligo di non mettere il piede fuori da Cremona e di  pernottare, dalle nove di sera alle sei del mattino nella casa dei genitori per via di un furto, stavolta in carcere Poli c’è finito con le accuse di atti persecutori e violenza sessuale
 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml