Arrestato e posto ai domiciliari nella sua abitazione di Campotosto all’Aquila subirà oggi il processo per direttissima un 53enne che sabato sera, all’uscita del casello autostradale L’Aquila Ovest dell’A24, dopo aver tentato di colpire il casellante chiuso nel suo gabbiotto, con una motosega ha cercato di distruggere la macchina per il pagamento del pedaggio, fuori di sé perché il suo bancomat era stato ritirato dallo stesso apparecchio.

Secondo quanto appreso, l’uomo avrebbe anche tentato di danneggiare il cancello di accesso alla vicina sottosezione della polizia stradale dell’Aquila Ovest. A dare l’allarme è stato lo stesso addetto autostradale che impaurito si è allontanato dalla struttura chiamando la polizia.

L’uomo, che aveva la motosega nel portabagagli, è accusato di minacce e danneggiamento. Gli agenti diretti dal sostituto commissario Alberto Ravanetti hanno dovuto arrestare il 53enne che, in preda ai fumi dell’alcol, avrebbe continuato a protestare e inveire anche negli uffici della polizia dove era stato portato per l’identificazione e le contestazioni legate all’accaduto.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml