Di Maio e Conte a Pomigliano: apre il Campus di Leonardo


Di Maio e Conte a Pomigliano: apre il Campus di Leonardo

Visita di premier e vicepremier allo stabilimento in provincia di Napoli. All’ingresso, forze dell’ordine e presidio dei Cobas


POMIGLIANO D’ARCO. Il giorno più lungo per il Movimento 5 Stelle – in cui si vota sulla piattaforma Rousseau per il Sì o No al processo per Salvini – comincia con sorrisi e strette istituzionali del premier Conte e del vicepremier Di Maio con i vertici del gruppo Leonardo ex Finmeccanica. Si celebra infatti, a Pomigliano, “il via a un incubatore importante per start-up  e occasioni del settore della progettazione e innovazione applicate all’aeronautica”, come sottolineano i promotori di “Leonardo Infrastrutture: innovare il presente guardando al futuro”. 

Lo chiamano “Open innovation server”, ed è una nuova struttura aperta ai giovani laureati.  Quasi un’ora di ritardo per il presidente del Consiglio Conte, appena arrivato nell’hangar del gruppo (partecipato al 30 per cento dal Mef e al 50 da altri investitori istituzionali), dove lo hanno avvolto il ministro Di Maio e i vertici dell’azienda, il presidente Gianni De Gennaro e l’ad Alessandro Profumo. Tra i relatori, il rettore dell’Università Federico II, Gaetano Manfredi, che con Repubblica  ha sottolineato la “buona notizia di un campus in cui assume centralità il rapporto con l’Università e le capacità di ricerca e innovazione dei nostri giovani”.   

Di Maio e Conte a Pomigliano: apre il Campus di Leonardo

Di Maio torna dopo 15 giorni nella sua Pomigliano. Imponente lo spiegamento di forze di polizia. Ben oltre i cancelli e le protezioni di sicurezza, il presidio di protesta Alcuni lavoratori Slai Cobas, licenziati e cassintegrati Fca, e licenziati di Ambiente Spa. Alcuni lavoratori stanno esponendo dei cartelli. Su uno c’è scritto : “Di Maio stai sbagliando”.
 

18 febbraio 2019 – Aggiornato alle



SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml