BOLZANO. Lo avrebbe accoltellato per uno zerbino. E’ accusata di tentato omicidio Virginia Lai, la donna che ha accoltellato alla schiena il vicino di casa algerino di 20 anni a Sinigo nella zona delle case Ipes di via Chiesa, e ora si trova in carcere a Trento.
Secondo la prima ricostruzione fatta dagli inquirenti il gesto della donna sarebbe da ricondurre a futili motivi: forse per uno zerbino rubato o spostato.
Tutto è nato da un litigio che inizialmente si è ridimensionato grazie all’intervento di una terza persona ma, quando il giovane si è voltato per allontanarsi, la donna sarebbe andata in cucina tornando con un coltello con una lama di 20 centimetri.
A quel punto la donna lo avrebbe conficcato nella schiena del giovane per circa 7 cm forandogli un polmone. Il giovane è stato operato ed è ora fuori pericolo.
 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml