CAGLIARI – Uccisa a coltellate nella casa in cui viveva per assistere l’anziana madre, a Quartu Sant’Elena, città del sud Sardegna, alle porte di Cagliari. Da ieri notte per il delitto di Susanna Mallus, 55 anni– avvenuto intorno a mezzanotte circa – è ricercato suo fratello Massimiliano (53 anni) con cui aveva spesso discussioni e liti per questioni di eredità. Madre e figli vivevano nella stessa casa, con due ingressi diversi in via Europa, zona di abitazioni singole. A dare l’allarme – secondo la ricostruzione del maggiore dei carabinieri di Quartu Valerio Cadeddu – è stato il compagno della vittima, che vive lontano.

Ieri sera aveva sentito la donna preoccupata per l’ultimo violento scontro con suo fratello, sul sottofondo le urla, poi a tarda sera aveva tentato invano di raggiungerla al telefono. A quel punto, preoccupato, ha deciso di chiamare i carabinieri che con un sopralluogo in viale Europa hanno fatto la macabra scoperta. Il corpo a terra in una pozza di sangue: utilizzato come arma per uccidere un coltello da cucina, ancora non trovato. Poco distante dalla scena del delitto la madre non in grado però – di comprendere la situazione e quindi di agire. Il sopralluogo in notturna è stato eseguito dalla compagnia locale dei carabinieri e del nucleo investigativo del comando provinciale di Cagliari, sul posto anche il pm Sandro Pili e medico legale Roberto Demontis. I militari hanno subito cercato il principale sospettato, il fratello, ma di lui nessuna traccia. È ancora irrintracciabile a metà mattina.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop