TORINO – Volere non sempre è potere. Soprattutto nel caso di Paulo Dybala. Nonostante la volontà dell’attaccante argentino, fermamente convinto di restare alla Juventus, il futuro del “Diez” bianconero è sempre più lontano dalla Continassa e dal bianconero. La dirigenza torinese avrebbe infatti comunicato al calciatore, attraverso il suo entourage, di essere intenzionata a valutare le offerte che arriveranno per mettere le mani sulla Joya. Cade dunque lo status di “incedibile” per l’argentino, reduce da una stagione decisamente sottotono anche per un amore mai sbocciato, almeno in campo, con Cristiano Ronaldo, come anticipato dal fratello Mariano qualche mese fa in un’intervista a Radio Cordoba, da cui Dybala prese le distanze non senza imbarazzo.

Una svolta necessaria, secondo la dirigenza bianconera, per piazzare un’altra plusvalenza, viste le richieste per Dybala provenienti dalla Premier League, con il Tottenham e il Manchester United molto attive. Oltre che per sfoltire una rosa lunghissima, ancora di più nel reparto offensivo, e provare in questo modo a piazzare l’assalto decisivo a Romelu Lukaku. La valutazione della Juventus è decisamente più alta di quella del resto d’Europa: tra 60 e 70 milioni secondo Tottenham e Manchester United, oltre gli 80 per Fabio Paratici, che prova in questo modo a creare un tesoretto che gli permetta di muoversi con maggiore agilità sul mercato.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml