GENOVA – E’ morto lunedì scorso Roberto Tonoli, 61 anni, autista di lunga esperienza residente a Genova (nel quartiere di Pegli): lo scorso 16 dicembre stava viaggiando sul pullman Flixbus che si è schiantato a Zurigo. Si è spento all’ospedale dove era ricoverato, in Svizzera.

Nel corso del viaggio, lo scorso 16 dicembre, l’uomo aveva da poco ceduto la guida al collega Mauro Federico, 57 anni. Alle 4,15 il pullman diretto a Dusseldorf con a bordo 41 passeggeri, complice la strada coperta di neve e a tratti ghiacciata, era finito contro un muro. Nell’incidente era morta una donna, Nicoletta Nardoni, 37 anni, della provincia di Como. Tonoli, arrivato in ospedale in coma, era stato operato a una gamba che presentava lesioni gravissime.

Roberto Tonoli quella notte era seduto a fianco dell’autista alla guida, Mauro Federico, che ai familiari avrebbe poi raccontato: “Il pullman è scivolato sulla neve e sono andato contro il muro per non finire nel fiume”. Due anni prima un bus aveva terminato la sua corsa proprio nel letto del Sihl.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml