Emma Marone canta a Eboli. Per vederla, lunedì 19, arrivano i fan da tutta la Campania, dalla Puglia, dalla Calabria. Il Palasele è tutto esaurito, con sostenitori felici e in delirio. Ma la cantante salentina spiazza tutti e dal palco grida:  “Aprite i porti”. Il pubblico applaude, ma quando lei, ieri sera, pubblica le foto del concerto sulla pagina Facebook, tra cuoricini e dichiarazioni d’amore, partono gli attacchi e gli insulti: “Apri la prota di casa tua”, “Stai zitta”.

L’artista,  nota per il suo impegno sociale (ultimamente ha prestato il suo volto anche alla campagna della Fondazione Umberto Veronesi contro il cancro) usa il palco lanciare un messaggio contro Matteo Salvini e ribalta il suo storico slogan “Chiudiamo i porti“.  Un grido non casuale.

Emma Marrone saluta il suo pubblico così: “Fai bene e dimentica, fai male e pensa”.

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml