EMPOLI – Milan, Roma, Juventus e adesso il Napoli. La classifica è già difficile e il calendario di certo non strizza l’occhio all’Empoli. I toscani preparano la trasferta al San Paolo, Andreazzoli presenta così la sfida: “Giochiamo contro una squadra forte, molto temibile per la qualità dei giocatori, che sono particolari. Quasi come la Juventus, anche se la Juve riesci ad inquadrarla meglio. Dovremo vedere se saremo bravi ad individuare i loro punti deboli e a metterli in risalto”.

“BENNACER REGISTA” – Partita proibitiva, Andreazzoli però riceve buone notizie dall’infermeria: “Sono tutti convocati e tutti pronti per partire dal primo minuto. Anche Maietta e Zajc sono recuperati. Siamo liberi di fare come ci pare, non so quale modulo useremo, vedremo, non ho nessun vincolo, ho quasi tutti disponibili, sceglieremo come sarà meglio. Poi sarà la fine della partita a dirci come è andata. Abbiamo sistemi di riferimento perché la nostra rosa è fatta in un certo modo, ma ancora non ho deciso”. La certezza si chiama Bennacer: “In regia toccherà a lui, mi è piaciuto molto, tutti fanno riferimento al rigore causato con la Juve. Hanno premiato migliore in campo Ronaldo ma secondo me il migliore in campo è stato Bennacer. E ci si è dimenticati del gol di Caputo”.

“GIOVANI DEVONO SVEGLIARSI” – L’ex tecnico della Roma poi ci tiene a lanciare un messaggio alla squadra, composta da senatori e baby talenti. “Le ingenuità sono dovute all’inesperienza e sono preventivate. Dobbiamo migliorarle, quelli che hanno più esperienza devono trasferirla ai più giovani e chiediamo ai più giovani di darsi una svegliata. C’è meno tempo per sbagliare”. Chiusura sui troppi gol subiti da palla inattiva: “Abbiamo incrementato il lavoro su queste situazioni perché ci siamo resi conto che devono essere migliorati in tutti i sensi. Non siamo favoriti dai centimetri ma dobbiamo adattarci. Di sicuro non è il nostro forte”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml